sábado, 12 de abril de 2014

L’Ubbidienza

Dipartimento di Infanzia e Gioventù  
Programma di aula di Educazione Spiritica
Modulo
Ciclo
età
Condotta Spiritica
Intermediario
6/9 anni
Tema Proposto

L’Ubbidienza




Obiettivi Specifici:

Definire Concetto di ubbidienza e sua importanza. Accertare che l’ubbidienza verso i genitori è un dovere di tutti i bambini….Ubbidire è fidarsi dei genitori. Chi ubbidisce i genitori  e le persone più esperte vive in sicurezza.
Pratica Pedagogica
Attività Iniziale
presentare l’attività utilizzata come incentivo iniziale)

Iniziare la lezione consegnando il cruciverba (in allegato) ai bambini che dovranno trovare il  1º, 2º e 4º comandamenti.
Fare un breve riassunto, mettendo in risalto in 4º
Sviluppo del Tema
(Racconto della storia)

Lo spavento di MALU

In una bellissima giornata di primavera, la Signora Enza e sua figlia Maria Luisa, decisero di far visita alla nonna Rita nella sua casa di montagna per trascorrere una bella giornata  in sua compagnia.
A Malu piaceva molto la casa di montagna della nonna e  trovava una bellezza in ogni cosa, la nonna ci teneva davvero al  suo giardino che era sempre molto curato  per cui si potevano ammirare i più svariati fiori. In fondo il giardino era confinato da un ruscello, dove  spuntavano rami con dei frutti rossi che piaceva tanto a Malu! Questo ruscello non era largo e lo si poteva a attraversare facilmente con un’asse.. Ma la mamma raccomandava sempre a Malu di non farlo, di non andare d’altra parte
Ma non è giusto! Da l’altra parte lei avrebbe potuto correre  e giocare dove volesse, da l’altra parte c’era un bellissimo prato dove i fiori gialli crescevano in torno agli alberi, … Tutto li sembrava molto gradevole…
Nel pomeriggio Malu stava camminando da sola al lungo del ruscello quando ha avuto un’idea!:” Mamma non vuole che io vada d’altra parte perché pensa che io possa cadere in acqua… ma io non cado, ho più di sette anni… e così pensando camminò fino dove si trovava l’asse di legno , la osservata e pensò: “c’è tanto spazio da mettere i piedi… se io passo con attenzione la mamma non si importerà”
Allora Malu, mise prima il piede destro poi quello sinistro e ops in un’attimo si trovava già d’altra parte! E iniziò a correre in quello verde prato. Era felicissima ma… sentì un rumore strana…
Pocotò. Pocotò, pocotò…
Si girò di scatto e vide che era una grosso cavallo bianco chi faceva quello rumore strano e ci dirigeva verso di lei…
Pocotò. Pocotò, pocotò…
Malu, gridò spaventata:
“Mamma!!!” e cose in direzione casa. Malu correva più velocemente che poteva, era già ben vicina al ruscello, ma non riusciva a vedere l’asse per attraversarlo e non aveva nemmeno tempo di cercarla  poi in cavalla continuava..
Pocotò. Pocotò, pocotò…
Allora impaurita, decise: Ha fatto un salto con tutta la forza che aveva, cercando di ultra passare il ruscello, ma le sue corte gambe non hanno aiutato e lei è caduta proprio in mezzo al ruscello… plaft!
Per fortuna l’acqua le arrivava soltanto fino alla vita..
Tutta bagnata, si aggrappava  di qua, si teneva di la, sale, scivola, scivola, sale finchè è riuscita aa arrampicarsi. Spaventata, guardò dell’altra parte e vide che in cavallo aveva smesso di perseguirla e era li tranquillo che si mangiava l’erba. Allora Malu è corsa a casa piangendo, piangendo…
Nonna Rita e la mamma appena l’hanno sentita preoccupate le sono corse incontro e quando la nonna ha saputo quello che le era capitato disse arrabbiata:
“Tu Malu, hai sbagliato! Devi ascoltare e ubbidire la tua mamma e le persone che si preoccupano di te, devi sapere che quando diciamo no a te è perché conosciamo le conseguenze … Giocarelone, il cavallo bianco, corre sempre dietro alle persone perché a lui piace giocare. Ci credo che ti sei spaventata, Ma avresti potuto evitare questo spavento.
Malu si vergogno e andò a cambiarsi e mentre si cambiava pensò: “La nonna  ha ragione! Per il mio bene devo imparare a ubbidire!”

Ricorso Didattico Utilizzato nel Racconto
Narrazione testo

Ricorso creativo fissativo Utilizzato
(cruciverba, disegno, teatro, pittura, musica)
Domande e risposte:
Dividere i bambini in 2 “squadre”, in cui si dovrà scegliere all’interno di esso un solo narratore, cioè il bambino che dovrà far voce al gruppo (solo lui po’ parlare e rispondere le domande dopo essersi consultato con il gruppo). L’educatore deve assicurarsi a quale squadra rivolgere la domanda (pare o dispare) il gruppo ha 2 minuti per consultarsi e il narratore deve rispondere. In caso di risposta positiva, guadagna un punto alla sua “squadra” in caso negativo il punto va alla squadra avversaria. Vince chi somatizza maggior  numero di punti.

·         Che cosa conduce all’ubbidienza?
·         Perché dobbiamo ubbidire?
·         Cosa succede con i bambini che non ubbidiscono?
·         Quali sono i “vantaggi” di ascoltare i consigli dei nostri genitori?
·         Perché nostri genitori ci danno i consigli?
·         Come dobbiamo trattare nostri genitori e le persone più esperte?

Per finire consegnare ad ogni bambino la scheda di valutazione individuale (in allegato), chiedere a loro di portarsela a casa,  osservare nel trascorrere della settimana il proprio comportamento , e segnalare la risposta.
Servirà a fargli osservare e riflettere su se stessa. Lasciar chiaro che non è necessario riportare indietro la scheda, la scheda servirà solamente a lei stessa in cui avrà l’opportunità di riflettere sulle proprie attitudini, poiché è attraverso l’auto conoscenza che riusciamo a migliorarsi.
Nella scheda ci sono pure 2 righe in bianco, (9 e 10) spiegare che questi spazi sono destinati a loro stessi, qualvolta volessero  segnalare qualcosa di suo, personale, qualché procedimento positivo che è riuscita ad ottenere e che non era segnalato.

Lasciare spazio ai bambini che desiderano riportare le valutazioni realizzate, Condurre in modo dolce favorendo un clima non minaccioso, favorendo la loro riflessione.
Valutazione
Ha raggiunto gli obiettivi proposti?


Bibliografia,
(citare fonte di consulta per la preparazione dell’aula)
Il vangelo Secondo lo Spiritismo e Conte mais Fergs

Responsabile di questo Materiale

Milena  Alborghetti – Glak – Italia
milena.alborghetti@hotmail.com


<< Home                     << Italiano - archivi